nebbiaenuvole
Vista dai brikki - appunti di navigazione
 
       
agosto
25 aprile 2009
Un giro di Tango












-Altre simili:

Un giro di Tango

La sera del 24, 24 di aprile, io mi leggo sempre qualcosa sulla resistenza.
Romanzo, racconto, qualcosa che c'ha a che fare, insomma.
Non che io l'abbia fatta, la resistenza, ma mi viene di farlo, quel leggere lì di robe che non ho vissuto, e però mi sembra che in qualche modo facciano parte dei miei ricordi.

Gli anni passati mi sono fatto un po' tutti quelli delle langhe.
Roba dura.
Roba soda.
Roba terra terra.
Che a trovarci un sentimento te lo devi scovare e scavare nei uàtu, nella terra asciutta di tufo di quelle parti.
Roba da bricchi, insomma.
Che per dirti un sentimento te lo dicono con gli occhi bassi, quasi a vergognarsene. Quasi un senso di debolezza e di pudore.

Beh, quest'anno mi sono letto di Tango.
Di Tango e gli altri (*)

Che si, parla di resistenza, ma non solo; è un giallo, fondamentalmente, col Santovito che di suo un pochetto di langa deve avercela in testa, quando fa il duro e si vede che duro non è.

Non vi conto la trama, altrimenti non lo comprate.
Ma se vi capita di farlo, leggetelo con calma, non come ho fatto io, che ho fatto mattina, ad aspettare Tango. E dopo un paio d'ore che andavo avanti a leggere, io Tango l'aspettavo proprio.

E quando è arrivato mi sembrava di conoscerlo, di aver ritrovato un amico sperso per strada, di quelli che basta uno sguardo e non devi far altro che sentirti un poco più a casa di prima, un po' coi piedi al caldo e lo spiffero dalla finestra, che ti mette quei brividi che lo capisci quanto sei fortunato ad avercelo, il fuoco.
E quell'amico lì.

Tango è un amico ritrovato, di quelli che non trovi mai, di quelli che vorresti essere tu quello li', di quelli che alla fine lo sai che finiscono male, ma non te ne importa, dato che ci sei tu, ed altri come te, a ricordartelo ed a berci sopra, guardando negli occhi chi se lo ricorda, con quello sguardo che non lascia scampo, mai.
Lo sguardo di chi ha perso qualcosa che non si meritava.
Quello dei perdenti.

Che però, per Tango, sono amici.

Per questo è Tango, mika una mazurka.

 

 

 

 

(*) Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli - Tango e gli altri - Oscar Mondadori (9 euro, allora)




 

 

Non ho Copyright © poichè non so l'inglese. Il sito è fatto da nebbiaenuvole Tutti i diritti sono diritti, che se fossero storti ....
Marchi registrati e segni distintivi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
Questo sito non è una testata giornalistica: viene aggiornato quando mi riesce. Non è un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001, ma un semplice contenitore di immagini e chiacchierate.