nebbiaenuvole
guide animazione 2D Photoshop, ImageReady, Swish Max
 
guera, anzi fuoco
___________________
 

 

Guera, anzi war, anzi fuoco y fiamme

Titolo lunghetto, che potrebbe apparire, a tutta prima, pretenzioso, ma in effetti è solo indeciso, che più che il titolo il perplesso sono io a non saper come definire quello che, in fondo, è il solito banale effetto fuoco.

Che a fare il fuoco ci sto provando da apparecchio ... ops, è che da me a quest'ora è l'ora del desinare, volevo dire da parecchio.

Capita anche a voi che appena vi mettete al piccì una voce imperiosa vi chiami all'appello con roba tipo: è prontooooooo?

A me capita regolarmente, al punto che, quando ho fame, invece di sbirciare in cucina sui fornelli, accendo il piccì.
Roba di un tre minuti ed arriva l'urlo desìato.
E mi devo anche scusare per l'uso ricorrente a termini arcaici con il fastidio di doverli anche ritradurre in linguaggio corrente (bello il ricorrente ed il corrente, vero? La chiamano chi cacofonìa, chi onomatopèia, chi assonanza, chi ... chissenefrega? Concordo).
Quindi, prima che me ne scordi, desìato sta per desiderato, sospirato, atteso con ansia, etc, etc.

(Per etc. vi serve un indizio? Se si eccolo: et coetera - c'è chi lo scrive et caetera, ma a mi am pias nen, non mi piace - ed in entrambi i casi si pronuncia et cetera, latino, che tradotto liberamente sarebbe come dire: e così via, e via discorrendo, ma tradotto alla lettera è proprio: ed altro, ed altre cose, ed i rimanenti.
Asterix usava: e tutto questo genere di cose. Ma Asterix è gallo, oihbò)

Per tornare alla "guera" ed al fuoco ... notevole il collegamento inconscio fra un gallo ed il de bello gallico, no? ... questa guida dovrebbe sistemare una volta per tutte l'effetto fuoco e fiamme.
Non ho intenzione di tornarci sopra (a parte un effettaccio che sto cercando di ricordarmi come ho fatto a farlo, ma prima o poi me lo ricordo e lo metto qui sul posto) se non costretto.

Vi spiego l'ambaradan, tipo indice:
Prima facciamo una scritta.
Poi ci facciamo le fiamme sopra ed intorno.
Poi le si anima.
Dite che è pleonastico? Che senza qualcosa che bruci non c'è fiamma di sorta?
Ma voi sempre ragione dovete avere?
Boia di un boia fauss?


1
   

Creo un'immagine di 1280 x 720 pixel, fondo nero.

Scegliete un carattere un po' grossetto (io ho usato il playbill, credo).
Scrivete "GUERA", ma solo se siete "de Roma". Sennò scrivete quel che preferite, il testo è propriamente un optional, una roba chesciuàl, un particolare trascurabile, un elelemento di guarnizione, insomma, fate voi.
Però scrivetelo di colore bianco e poi rasterizzate subito il livello, che il testo ed il relativo trattamento finisce qui.

Photoshop
   

2
   

Seleziono la trasparenza di livello della scritta.
Riduco la selezione di 14 pixel:
Selezione > Modifica > Contrai

   

3
   

Elimino la parte selezionata (tasto CANC).
Ottengo la scritta in outline

   

4
   

Quanto descritto nei punti 4 e 5 non è essenziale, potete tranquillamente ignorarli.


Usando il lazo ridisegno gli spigoli ad angolo retto (o comunque a spigolo vivo) eliminando gli arrotondamenti causati dalla riduzione della selezione precedente.

   

5
   


In altri punti è più pratico utilizzare la selezione rettangolare.
Per controllare la selezione meglio partire dall'interno verso l'esterno della zona da circoscrivere.

   

6
   

Alla fine ho la mia scritta bucata a spigoli vivi..

   

7
   


Creo un set di livelli (
Set guera)
Duplico il livello guera (
guera-1) e lo trascino nel set Set guera
Già che ci sono faccio altre sei copie del livello guera-1
E mi preparo ad applicare il filtro EyeCandy > Fire

E qui entriamo nel campo delle preferenza personali. Quindi non vi resta che consultare il breviario qui sotto dove ho provato a tradurre in italiano approssimativo la descrizione dei controlli utilizzabili nell'esecuzione del filtro fire.

Flame Width
Spessore delle lingue di fuoco

Flame Height
Altezza delle fiamme

Movement
Movimento (turbolenza) delle lingue di fuoco

Inside Masking
Controlla quanto fuoco distribuire all'interno della zona selezionata.
Un valore basso riempie più area, uno alto riduce l'area interessata dalle fiamme.

Edge Softness
Controlla la morbidezza (o la maggior nitidezza) della fiamma.
Valori alti = fiamma morbida (sfocata)

Random Seed
Posizione casuale delle fiamme. Genera un sacco di varietà ed è meglio usarlo graduando i valori, non date accelerate brusche che altrimenti si va fuori strada.

Fire Color
L'effetto fiamma si sviluppa su due colori.
Ci sono delle combinazioni prestabilite (aprire il menù a tendina).
io, ad esempio, ho usato "natural", un arancio carico ed un giallo chiaro.

Qui sotto si può vedere un esempio di come ho definito i parametri (controlli) dell'effetto fire.
Valgono per quel che valgono, come ho già detto è meglio che ciascuno si smazzi il fuoco che gli pare.
Una materia così incontrollabile qual'è il fuoco va trattata proprio a muzzo, credete a me.

situazione livelli

Set guera

guera-1
guera-2
guera-3
guera-4
guera-5
guera-6
guera-7
   

8
   

Quel che invece conta è quel che segue:
Seleziono la trasparenza di livello guera-1.

Passo al filtro fire:
Filtro > EyeCandy > Fire

   

9
   

Mi sposto sul livello guera-2 (La selezione è sempre buona per tutti i livelli del Set).

Riapplico il filtro fire, modificandone i parametri.
Faccio così per tutti i livelli del set (io ne suggerivo 7, ma ne potete fare quanti ne volete).

Finita la rottura, se poi mi guardo tutto su ImageReady (rendendo visibile un livello del set Set-guera alla volta) ottengo quel che si vede qui sotto


   

10
   

Ora il trucchetto. Che mica pensavate che non ci fosse un trucchetto, no?
L'animazione qui sopra manca di qualcosa, di un legante, nel senso di qualcosa che amalgami il tutto in un'azione più avvolgente, un po' come un bel sughetto che lega gli spaghetti.
Beh, non so se questo sarà un bel sughetto, ma un collante si.


Si riparte dal livello guera.


Creo un set di livelli (Set guera 2 )
Duplico il livello guera (Livello 1) e lo trascino nel set Set guera 2
Anche qui, già che ci sono, faccio altre tre copie del livello Livello-1

Seleziono la trasparenza di livello Livello 1 (nel set Set guera 2)

situazione livelli

Set guera
guera-1
guera-2
guera-3
guera-4
guera-5
guera-6
guera-7

Set guera 2
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Livello 4
   

11
   

Passo al filtro fire:
Filtro > EyeCandy > Fire


Come prima, i valori sono indicativi, li scrivo solo per scrupolo.

   

12
   

Ripasso al filtro fire sempre sul livello Livello 1, ma modifico un pochetto alcuni valori dei parametri del filtro:
Filtro > EyeCandy > Fire

   

13
   

E senza mollare la selezione, cancello la scritta bianca (tasto CANC)

   

14
   

Ora non distretevi che altrimenti si fa pasticci.

Faccio le stesse operazioni - punti 11, 12, 13 - per i rimanenti tre livelli contenuti nel set Set guera 2, e cioè:

Applico due volte il filtro fire, sempre modificando leggermente i parametri e poi
cancello la zona selezionata.

Faccio tutto in fila per non perdere tempo a riselezionare di volta in volta la trasparenza di livello.

Ciò fatto, deseleziono e ripasso i quattro livelli sfocandoli leggermente:

   

15
   

E poi mi complico un po' la vita.

Riparto dal livello guera.


Creo un set di livelli (Set guera 3 )
Duplico il livello guera (Livello 5) e lo trascino nel set Set guera 3
Anche qui, già che ci sono, faccio altre tre copie del livello Livello 5
rinumerando i livelli in progressione.
Seleziono la trasparenza di livello Livello 5 (nel set Set guera 3)


Ripeto pedestremente i passaggi dei punti 11 - 12 - 13 - 14 per tutti i livelli contenuti nel set
Set guera 3


Riparto per l'ultima volta dal livello guera.


Creo un set di livelli (Set guera 4 )
Duplico il livello guera (Livello 9) e lo trascino nel set Set guera 4
Anche qui faccio altre tre copie del livello Livello 9
rinumerando i livelli in progressione.
Seleziono la trasparenza di livello Livello 9 (nel set Set guera 4 )


Ripeto pedestremente i passaggi dei punti 11 - 12 - 13 - 14

Riduco l'opacità dei set:
Set guera 2 lo porto al 50%
Set guera 3
e Set guera 4 li porto al 30%
(operate sul Set e non sui livelli: si fa prima).

Disasso in orizzontale i tre set fra di loro per ottenere più copertura di fuoco sull'immagine.
In pratica sposto un po' verso sinistra il set Set guera 3 e sposto un pochetto verso destra il set Set guera 4.

Non sto a mostrarvi l'operazione con delle figure, sarebbero incomprensibili visto
il tipo di immagine. Spostateli quanto basta.

Sposto il set Set guera 4 al di sopra del Set guera.
Sotto al set guera restano Set guera 2 e Set guera 3.

situazione livelli

Set guera 4
Livello 9
Livello 10
Livello 11
Livello 12


Set guera

guera-1
guera-2
guera-3
guera-4
guera-5
guera-6
guera-7

Set guera 2
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Livello 4

Set guera 3
Livello 5
Livello 6
Livello 7
Livello 8
   

16
   

L'animazione.
Si tratta di mostrare, nell'arco di sette fotogrammi, un livello alla volta fra quelli inseriti nei vari Set.
Ma lo facciamo in questo modo:

Sul Set Set guera partiamo dal basso verso l'alto (da guera-1 a guera-7)

Sul set Set guera 2 partiamo dal basso verso l'alto, per poi ridiscendere verso il basso (da Livello 1 a Livello 4 per poi ridiscendere a Livello 1)

Sul set Set guera 2 partiamo dall'alto verso il basso, per poi risalire verso l'alto.

Sul set Set guera 2 partiamo dal basso verso l'alto, e poi ridiscendiamo verso il basso.

Qui sotto c'è l'animazione con i livelli visibili in ogni fotogramma.
Ma ci vuole la vista buona e la memoria fotografica a capire cosa succede. Meglio rifarvi alla descrizione qui sopra.
Che tra l'altro nell'animazione c'è un errore: il Set guera 3 contiene i livelli 9, 10, 11, 12 ed il set Set guera 4 i livelli 5-6-7-8: ho invertito i nomi dei set, ma come vedete non cambia nada de nada.

ImageReady
   

 
   

E per finire, War.

Cambiando il testo si può ottenere quel che vi pare.
Come, ad esempio, WAR

   

   


L'è tut, c'est tout, è tutto, detsol.
Come dicono sui bricchi.

fine della guida

 
altre guide
fuoco
         
 


Non ho Copyright © poichè non so l'inglese. Il sito è fatto da nebbiaenuvole.com Tutti i diritti sono diritti, che se fossero storti ....
Marchi registrati e segni distintivi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
 
Creative Commons License