nebbiaenuvole
guide animazione 2D Photoshop, ImageReady, Swish Max
 
animazione onde
___________________
 
 

Onde.
Omaggio a Keysoul.it
(Il link volutamente non funziona, leggere qui sotto che si capisce il motivo)

Probabilmente ho invertito l'ordine fra titolo e sottotitolo, che iniziare con omaggio a qualcuno, chiunque non sia quel qualcuno lì potrebbe pensare: "io non sono quel qualcuno lì", ed a seconda che sia un tipo curioso o un tipo educato al rispetto dell'altrui intimità, oppure un tipo del tipo che se ne strafrega se qualcosa non lo riguarda e gira sui tacchi, insomma a seconda del tipo rischiavo di far leggere questa pagina soltanto ad un tipo.
E poichè io non scrivo per un solo tipo, nel senso che non sono un tipografo (ehehehe, battuta idiotissima, vero?) ho preferito invertire l'ordine dei fattori, che tanto il prodotto lo si vede già in cima alla pagina.

E veniamo a Keysoul.
Mi ci sono imbattuto quando andavo (e continuo ad andare) in giro per il ueb alla ricerca di spunti per qualche lavoretto da sistemare in queste pagine.
L'ho trovato molto interessante, pieno di spunti e di suggerimenti e di schemi pratici per l'animazione, insomma pieno di roba che conviene leggere.
Detto fra noi, buona parte m'era già nota, ma repetita juvant, ed è proprio il caso di Keysoul.

Poi, di recente, ho letto con rammarico della prossima chiusura del sito, e, a parte lo starci male, ho pensato appunto ad un omaggio, ma non
un omaggio generico, tipo peana o, Dio me ne guardi, tipo cinque (o)maggio.
Ho preferito una roba pratica, diciamo l'uso di un suggerimento a caso preso dal quel sito e tradotto in un'animazione.

La guida dovrei evitarla, trattandosi di un trasferimento di 4 immagini (fotogrammi) dal carboncino al mouse (con l'aggiunta di 4 fotogrammi inseriti per allungare il brodo).

Essa (la guida) è inserita fra quelle bestiali poichè il disegno di base è alquanto pesantuccio da realizzare, a meno che non si voglia prendere le quattro immagini base che passa Keysoul e sistemarle a registro, ma la cosa potrebbe urtare il copirait, ed ad urtare il copirait sono acidi, per non dire acidi, che m'è successo tempo fa a causa di una ventina di note pigliate da un brano che, secondo me,
che non mi piace mettermi in prima fila, era noto a pochi fanatici di Kubrick, che non avevo manco scelto la versione originale, ma tirato su da una cover (si dice cover, vero?) che alla fine m'è toccato toglierlo di mezzo dal filmato che lui, porello, sta girando sul tutubo da un paio di mesi senza voce.

Quel che mi secca ora è di non potervi fornire le immagini di partenza,
e neppure il link, che temo sarà presto inutilizzabile.
Quindi ci si dovrà basare sui disegni che ho fatto io da muà, robetta semplice, tinte piatte, solo noiosissima da rifare.


 
1
   

Non sto a darvi dimensioni od altro: fate a vostro gusto.
Mi sono sistemato su di un livello la traccia a carboncino.
Ho creato un nuovo livello, trasparente.
Con un pennello di dimensione 3-4 ho tracciato alla buona linee nere tali da ridescrivere alla meglio il disegno di base.
Volutamente ho usato tinte piatte, niente sfumature, per produrre qualcosa di assolutamente diverso dall'originale.
Qui sotto, uno dopo l'altro, 1 4 livelli ottenuti ripassando i 4 fotogrammi (disegni) disponibili, e di fianco (rodottissimo) il loro utilizzo con Imageready per una prima botta di animazione.

Photoshop

 
A1


 
A2


 
 
A3


 
 
A4


 
2
    Creo un nuovo livello, anzi ne creo 4, che sistemo ciascuno al di sotto di uno dei livelli A, quelli con il disegno a pennello.
Utilizzando il lazo poligonale traccio delle porzioni di onda (alla buona, l'importante è stare all'interno dei bordi neri) che riempio di azzurro chiarissimo, diciamo #D5F0FD

 
 
B1


 
B2


 
 
B3


 
 
B4
 
3
   

Creo altri 4 livelli che sistemo ciascuno al di sotto dei livelli B.
Utilizzando il lazo poligonale traccio delle aree (ancora più alla buona che l'importante anche qui è stare all'interno dei bordi neri) che coprano tutta la superficie delle onde e le riempio di blu scuro, diciamo un #004061



 
C1


 
C2


 
 
C3


 
 
C4


 
4
    Creo altri 4 livelli e li sistemo ciascuno al di sotto dei livelli C.
Sempre con il lazo poligonale traccio delle aree (ancora più alla buona che l'importante anche qui è stare all'interno dei bordi neri) che coprano alcune zone della superficie delle onde e le riempio di blu più scuro scuro, mettiamo un #002E47

 
 
D1


 
D2


 
 
D3


 
 
D4
 
5
   

lAltri 4 livelli sistemati al di sotto dei livelli D.
Altro giro di walzer ... ops di lazo poligonale per tracciare aree che coprano alcune zone della superficie delle onde per poi riempirle di blu ceruleo, diciamo un #006396




 
E1


 
E2


 
 
E3


 
E4


 
6
    Ultimo giro.
Creo altri 4 livelli e li sistemo ciascuno al di sotto dei livelli E.
Evvai col lazo poligonale a tracciare altre aree a coprre altre zone della superficie delle onde e giù a riempirle d'azzurro chiaro, tipo un #80B2CB

 
 
F1


 
F2


 
 
F3


 
 
F4
 
7
    A questo punto (* leggete prima di farlo) si possono collegare ed unire fra di loro i livelli che costituiscono ogni fotogramma:
A1, B1, C1, D1, E1, F1 = 1
A2, B2, C2, D2, E2, F2 = 2
e così via.

Con questo risultato, se sistemate i 4 fotogrammi con ImageReady, uno dopo l'altro:
 
   



 
    (*)
Se avete intenzione di procedere con la guida successiva meglio non unire i livelli, ma sistemarli, onda per onda, in un set per ogni onda. Sarà poi molto più facile
 
8
    Troppo veloce?
Dipende dai gusti.
A rallentarlo si fa in fretta, senza neppur troppa fatica.

Si tratta di inserire, fra un fotogramma e l'altro, un nuovo fotogramma che ha visibili il fotogramma precedente ed il successivo, opaco al 50%.
Lo vediamo in chiaro, che è meglio: passate col mouse sui bottoncini azzurri

 
   

 
   
Con questo risultato:
 
   



 
9
   

Ancora troppo veloce?
E vabbuò, allora dobbiamo ricorrere a dei fotogrammi intermedi.
Facendo base sui fotogrammi-livelli disponibili, creiamo altri 4 livelli da intervallare fra uno e l'altro dei livelli esistenti.
Li ho chiamati 1-1, 2-1, 3-1, 4-1 e vanno inseriti in questa sequenza:

1, 1-1, 2, 2-1, 3, 3-1, 4, 4-1

Li mostro completi di tutti gli elementi di colore, che tanto a rifarli si riesce anche senza tutti i passaggi visti per i livelli-base:



 
1-1


 
 
2-1


 
 
3-1


 
 
4-1


 
    Ed il risultato, ora che abbiamo 8 livelli-fotogramma, è qui sotto:
 
   

 
10
   

lCome? Ancora troppo veloci?
Beh, c'è sempre il ripiego sui fotogrammi in dissolvenza, come abbiamo fatto al punto 6.
Vi passo la tabellina con la sequenza definitiva



 
opacità dei livelli al fotogramma n
ftg
1
1-1
2
2-1
3
3-1
4
4-1
1
100%
2
100%
50%
3
100%
4
100%
50%
5
100%
6
100%
50%
7
100%
8
100%
50%
9
100%
10
100%
50%
11
100%
12
100%
50%
13
100%
14
100%
50%
15
100%
16
100%
50%


 
 
La guida finirebbe qui, ma in realtà non finisce. Cioè, finisce ora per qualche giorno, ma appena riesco a far quello che mi ha spinto a cercare il mare aggiungo altre pagine.

 
 


P.S.:
Il brano al quale mi riferivo in cima alla pagina è: We'll meet again, che è come dire: ci incontreremo di nuovo, ci si rivede, in un futuro prossimo o lontano vedrai che ci si rivede, vedrai ... (la terza è la traduzione prolissa).

Che è come un augurio a Key Soul, dai che ci si reincontra, magari in un sito di sole.
À bientôt


 

fine della guida

 
altre guide
mare e onde
 


Non ho Copyright © poichè non so l'inglese. Il sito è fatto da nebbiaenuvole.com Tutti i diritti sono diritti, che se fossero storti ....
Marchi registrati e segni distintivi sono di proprietà dei rispettivi titolari.
 
Creative Commons License